Tra Apparente Immanente E Trascendente

Caricamento Eventi

Tra Apparente Immanente E Trascendente

14 Dicembre 2022

Data: dal 14 Dicembre al 30 Dicembre 2022

Location: Palazzo Pirelli (MI) Via Fabio Filzi 22, Milano

Inaugurazione:  14 Dicembre 2022 alle ore 9.30

 

La mostra dell’artista Abele Vadacca è un percorso di pitture (realizzate con tecniche inedite e polveri di metalli rari), sculture, dalle piccole e delicate piume in marmo cristallino (simbolo per antonomasia dell’autore) fino a opere che raggiungono circa i 3 metri di altezza; stupiscono l’osservatore e trasportano l’occhio attento in un percorso di vicinanza a temi legati all’astrofisica, allo spazio ed al mito.

 

Opere scenografiche dove ci si riflette, e dove si riflette, sul nostro stato d’essere umano, in un 2022 in cui il pianeta Terra, sempre più fragile e delicato, ha bisogno di attenzione e cure speciali mentre lo spazio, i pianeti e le galassie, anch’essi governati da fragili equilibri, diventano sempre più visibili.

 

Una mostra in cui l’arte si ‘intrufola’ nel microcosmo, con una ricerca maniacale che parte dalla chimica più avanzata passando per la tradizione che valorizza i materiali storici della terra di Lombardia: marmo di Candoglia, cotto lombardo, graniti della Valtellina, marmo di Musso; fino ad arrivare a guardare al macrocosmo, in un paradigma continuo, dove colori e forme che si ispirano alle recenti scoperte e stimolano sentimenti ancestrali. Partendo dalla motivazione che ha spinto l’uomo fino a qui: il desiderio di conoscenza.

 

Il percorso termina con ciò che ancora oggi la scienza non conosce, che trascende nella fede e nella religione.

 

“Anni di studio mi hanno portato a indagare materiali e tecniche antiche che appartengono alla nostra storia e all’evoluzione dell’uomo sulla Terra. Questo evento, è pensato per spingere l’osservatore e i partecipanti a una visione che trascende il legame esclusivo con il nostro Pianeta d’origine, indaga nell’animo profondo di ogni uno di noi, nell’ esistenza terrena futura, che attende le nuove generazioni. Un dialogo tra Scienza e Religione per il tramite dell’Arte, da sempre mezzo espressivo e strumento, che permette all’umanità nuove riflessioni. Nuovi spazi.”

 

Abele Vadacca

 

“Luce, particelle, polveri e onde gravitazionali. Questa è la nuova astronomia che studia il cosmo grazie a una varietà di messaggeri celesti che aprono nuovi orizzonti alla ricerca e offrono nuove ispirazioni agli artisti. Sotto la regia discreta ma inflessibile della gravità, nel cosmo tutto danza e questo movimento forma strutture fantasticamente belle che, grazie alle immagini dello Hubble Space Telescope e del più recente James Webb Space Telescope, sono diventate patrimonio di tutti. Gli astronomi le studiano perché contengono informazioni sulla nascita e sulla morte delle stelle, sulla forma-zione delle galassie, sull’inizio dell’Universo, il pubblico le ammira, gli artisti ne vengono ispirati e le interpretano. Tutto è pervaso dal concetto di bellezza.”

 

Patrizia Caraveo

 

L’artista è così descritto da Alessandro Fermi, Presidente del Consiglio regionale di Lombardia che ospita l’antologica presso lo spazio espositivo di Palazzo Pirelli, Milano:

 

Un’antologica di sculture e dipinti che offre al visitatore uno spaccato significativo sul linguaggio e la poetica dell’artista, ben sintetizzata, del resto, anche dal titolo dell’evento: “Tra apparente, immanente e trascendente. La capacità dell’artista di plasmare la materia, in particolare il marmo è necessariamente immanente, fatta di gravità, di polvere, di fatica.

Nello stesso tempo Vadacca, moderno Demiurgo, attraverso il togliere, trasforma l’immanenza della pietra in qualcosa di apparentemente prodigioso per levità e incanto.”

 

Il Presidente di ARTELARIO.IT, Emanuele Pitto cita:

 

Quasi come un miracolo di “luce”, l’artista Abele Vadacca propone questa mostra con un forte invito alla riflessione verso una ricerca spirituale e scientifica di essa, che ci riporterà a sondare l’infinito intangibile e senza forma, dove tutto alla fine si definisce. Gli elementi acquistano significato e il nostro essere uomini ritrova valori filosofici ed etici di una cultura profondamente classica.

 

“La prima creatura di Dio fu la luce”

 

(Francis Bacon filosofo inglese)”

  • Start:
    Dic 14 @ 12:00 am
  • End:
    Dic 30 @ 12:00 am
  • Event Category:

Regione Lombardia

Palazzo Pirelli (MI)

  • Address:
    Via Fabio Filzi 22
    Milano, Italia
it_IT